javascript contador Skip to content

Il tribunale respinge la richiesta di Apple contro Amazon

Il governo promette di nuovo la legge per le scommesse online dopo la decisione su Betclic

Ad Amazon non dovrebbe essere impedito di usare il termine AppStore nel suo negozio di applicazioni Android, lanciato alla fine di marzo.La decisione del giudice che era stato accusato di considerare la misura precauzionale è già stata consegnata al tribunale della California.

Nel giorno in cui il servizio è stato introdotto, Apple aveva chiesto al tribunale di vietare ad Amazon di mantenere il termine nel nome della piattaforma, lanciato con il nome AppStore per Android.

Il produttore di iPhone sostiene che il termine AppStore è un marchio a sé stante e che il nome scelto dal gigante dell’e-commerce confonde i consumatori.

In un’opinione di 18 pagine, pubblicata questa settimana, il giudice Phyllis Hamilton afferma che Apple non ha fornito prove a sostegno della somiglianza o della probabilità di confusione tra marchi concorrenti, spiega CNet.

Tuttavia, il magistrato ha anche dimostrato di non essere d’accordo con le affermazioni di Amazon secondo cui AppStore era solo un termine generico.

Il marchio AppStore è riconosciuto, conclude, ma ci sono anche prove che il termine “app store” viene utilizzato da altre società come modo di fare riferimento a una piattaforma da cui è possibile ottenere applicazioni per dispositivi mobili.

Apple ha presentato la causa contro Amazon il giorno del lancio di AppStore per Android, il 22 marzo. Il target ha contrattaccato ad aprile, sostenendo che AppStore era un termine generico e voleva vedere chiuso il processo. A giugno, Apple ha risposto contro la consapevolezza che il marchio era generico e, di conseguenza, che il negozio Amazon era un “app store”.