Intel rivela ulteriori dettagli sul primo chip dell'azienda dedicato all'intelligenza artificiale

Intel rivela ulteriori dettagli sul primo chip dell’azienda dedicato all’intelligenza artificiale

All’evento Hot Chips del 2019, conclusosi martedì negli Stati Uniti, Intel ha annunciato ulteriori dettagli sulle scommesse di quest’anno. Uno di questi è stato il suo processore più recente annunciato all’inizio dell’anno, il primo a utilizzare l’intelligenza artificiale e il design per grandi centri di calcolo.

Chiamato Nervana NNP-I o Springhill, il chip è stato sviluppato in Israele e si basa su un processore Ice Lake da 10 nm. L’obiettivo è, secondo la società, offrire “prestazioni per watt leader del settore in tutti i principali carichi di lavoro dei data center”.

Inoltre, in una pubblicazione sul sito Web, Intel garantisce che il chip consentirà un “alto grado di programmazione”, senza compromettere le prestazioni o l’efficienza energetica.

Secondo Reuters, Facebook ha già annunciato di aver già iniziato a utilizzare il chip. Il social network è stato uno dei partner di Intel nello sviluppo di questo processore.

In Israele, Intel ha introdotto altri dei suoi ultimi prodotti, la memoria persistente Intel Nervana NNP-T, Lakefield, TeraPHY e Intel Optane DC.