javascript contador Skip to content

Internet facilita la criminalità organizzata

La polizia e i pubblici ministeri ricevono formazione sul crimine informatico

Internet è diventato il principale fattore abilitante per la criminalità organizzata ed è sempre più utilizzato per il traffico di droga e di esseri umani e il riciclaggio di denaro, sostiene Europol.

Le conclusioni sono contenute nel rapporto dell’organizzazione sulla criminalità organizzata, pubblicato ogni due anni, in cui la rete è presentata come “un importante facilitatore per la maggior parte della criminalità organizzata” e non solo per i consueti crimini informatici.

La polizia europea afferma che, oltre al furto di dati bancari, allo scambio di materiale pedofilo e alle intrusioni non autorizzate, Internet viene ora utilizzato per aumentare la produzione, la raccolta e la distribuzione di droghe, nonché per attirare vittime e tratta di esseri umani.

Il documento di 37 pagine include anche l’immigrazione clandestina, la contraffazione e la tratta di specie animali minacciate di estinzione nell’elenco dei crimini facilitati dalla rete.

Secondo Europol, l’anonimato offerto da tecnologie come la posta elettronica, i programmi di messaggistica istantanea o il VoIP sono fattori che contribuiscono alla crescita dell’uso di Internet da parte dei gruppi criminali organizzati.

Il Web è anche individuato nel rapporto come un canale per il riciclaggio di denaro sporco, con la polizia paneuropea che riferisce che nel solo 2009 la frode con carta di credito ha generato benefici per oltre 1,5 miliardi di dollari per i gruppi criminali.