Il governo valuterà le strutture ICT da salvare

La Commissione infligge ammende a Telecom Polonia per 127 milioni

La Commissione europea ha annunciato oggi la decisione di multare l’operatore polacco Telekomunikacja Polska SA per abuso di posizione dominante, per un importo di 127.554.194 euro. La Telecom polacca ha già avvertito che farà appello.

L’abuso della posizione dominante di cui gode sul mercato polacco costituisce una violazione delle leggi europee a tutela della concorrenza, afferma l’esecutivo comunitario nel comunicato ufficiale in merito a ciò che costituisce una delle sanzioni più pesanti del suo genere imposte a una società di telecomunicazioni dalla CE.

Il fatto che si trovi in ​​una posizione dominante obbliga Telecom Polaca a fornire accesso a pagamento alle sue reti e servizi a banda larga, consentendo agli operatori alternativi di entrare nel mercato. Si è scoperto che la società avrebbe rifiutato di farlo o ostacolato l’accesso, su base ricorrente, negli ultimi quattro anni.

“La Commissione non può permettere che lo sviluppo di Internet e dell’economia digitale siano messi a repentaglio da pratiche anticoncorrenziali”, ha affermato il vicepresidente della Commissione Joaquín Almunia, citato nella nota ufficiale.

“Questo caso dimostra la nostra determinazione nel garantire che gli operatori con una posizione dominante non impediscano sistematicamente ai concorrenti di entrare nel mercato, in grado di offrire vantaggi ai consumatori e alle aziende”, ha aggiunto il funzionario.

L’operatore ha tuttavia avvertito che si appellerà alla decisione. L’intenzione è stata avanzata nel pomeriggio dal Wall Street Journal e la società ha dichiarato al giornale di considerare “sorprendente” la decisione della CE, sostenendo di aver interrotto tali pratiche nel 2009.

“La Commissione europea non ha tenuto conto della disponibilità di TP SA e, cosa ancora più importante, della nostra decisione di rimuovere volontariamente eventuali ostacoli alla sua cooperazione con operatori concorrenti”, difende la società, citata dalla stessa fonte.