javascript contador Skip to content

La polizia di New York guarda i social media per prevenire le rivolte

La polizia di New York guarda i social media per prevenire le rivolte

La polizia di New York ha annunciato la creazione di un dipartimento per monitorare l’attività sui social network e altri media online. Una delle motivazioni della misura non deve essere colta di sorpresa da rivolte come quelle che negli ultimi giorni hanno invaso Londra e altre città del Regno Unito.

Come è stato riportato e proprio come è stato visto alla vigilia di altri eventi in altre aree geografiche, i social network svolgono un ruolo sempre più centrale nella promozione di eventi di questo tipo, a causa della loro enorme capacità di diffondere rapidamente un messaggio.

Secondo la stampa britannica le rivolte che negli ultimi giorni hanno preso il sopravvento nel Regno Unito sono avvenute di nuovo. I social network sono stati aggiunti da BlackBerry Messenger, un servizio associato a smartphone da RIM, molto popolare in quel paese.

A New York, la polizia afferma che l’obiettivo della nuova unità è impedire l’organizzazione di raduni e manifestazioni di massa che potrebbero degenerare in incidenti come quelli nel Regno Unito, riporta il NY Daily News.

La nuova unità monitorerà l’attività sui social network come Facebook, Twitter o MySpace e terrà d’occhio possibili segnali di avvertimento. È comandato da un agente specializzato in crimini informatici e con esperienza nei social media.

Scritto in base al nuovo accordo ortografico