Anacom ridurrà le commissioni regolamentari fino al 2015

La scadenza per commentare le regole dell’asta per 4G termina oggi

Oggi termina la scadenza concessa da Anacom per ricevere commenti da operatori e altri attori del mercato, interessati al processo di concessione delle licenze per operare la quarta generazione mobile.

Il processo di consultazione è stato avviato il 18 marzo e si basa sul modello definito dal regolatore delle comunicazioni elettroniche (che in questo caso passa attraverso un’asta), per la tecnologia che consentirà l’aggiornamento della rete mobile di terza generazione.

Vodafone, Oni e Zon nel frattempo hanno confermato a Lusa che stanno partecipando al processo. MGTO ha assicurato che non parteciperà. Portugal Telecom e Optimus hanno preferito non commentare la questione con l’agenzia di stampa, mentre Cabovisão e Ar Telecom non hanno fornito dichiarazioni tempestive.

Anacom intende procedere con il processo di licenza 4G attraverso un’asta di frequenze nelle bande 450, 800, 900, 1800 Megahertz e 2.1 e 2.6 Gigahertz.

Dopo la scadenza della consultazione – questa mezzanotte – Anacom pubblicherà le risposte ricevute sul suo sito Web, esclusi i dati riservati. Una decisione finale sul modello di asta verrà annunciata in seguito, dopo aver analizzato queste risposte.

I conti già fatti ci consentono di concludere che l’asta 4G può guadagnare allo Stato oltre 450 milioni di euro. Le previsioni hanno indicato il mese di giugno come una data probabile per lo svolgimento della procedura, un calendario che non è ancora chiaro da mantenere, tenendo conto che il mese sarà l’inaugurazione di un nuovo governo.

Ad aprile era già terminata un’altra consultazione sull’argomento, dedicata in particolare ai limiti proposti dall’autorità di regolamentazione per l’acquisto di lotti, argomento che Portugal Telecom aveva già commentato, per non essere d’accordo.

I limiti imposti dalla proposta di regolamento per l’asta fissano un numero massimo di lotti che devono essere messi all’asta da ciascun operatore in alcune delle categorie da aggiudicare.