La truffa di WhatsApp per la consultazione PIS colpisce 116.000 persone in 24 ore

La truffa di WhatsApp per la consultazione PIS colpisce 116.000 persone in 24 ore

Un altro colpo ha colpito gli utenti di WhatsApp. Approfittando dell’inizio del pagamento delle risorse PIS-Pasep, iniziato lunedì scorso (18) in tutto il paese, gli hacker stanno distribuendo collegamenti malevoli che offrirebbero la possibilità di controllare il saldo da ricevere. Circa 116.000 persone sono state colpite nelle ultime 24 ore, secondo le informazioni del laboratorio PSafe dfndr.

Oltre ai messaggi di WhatsApp, la minaccia continua a crescere grazie alle notifiche inviate a una base di utenti che sono già cadute in precedenti truffe. Secondo il laboratorio di sicurezza informatica, oltre 100.000 persone fanno parte della base che ha consentito l’invio di contenuti dannosi.

1 di 3 La nuova truffa ripete le stesse strategie della precedente frode nel messenger – Foto: Carolina Ochsendorf / TechTudo

La nuova truffa ripete le stesse strategie della precedente frode nel messenger – Foto: Carolina Ochsendorf / TechTudo

WhatsApp annuncia la fine del supporto per iPhone 4 nel 2020

La forma di diffusione è simile ad altre truffe verificatesi nel 2018. Quando si fa clic sul collegamento nelle notifiche, gli utenti vengono indirizzati a una pagina con un testo che, presumibilmente, verrebbe da Caixa Econômica Federal, che indica il rilascio del vantaggio. “Stipendio PIS per coloro che hanno lavorato tra il 2005 e il 2018 per un importo di R $ 1.223,20”, afferma la pagina del colpo di stato.

Dopo alcune domande personali, come “Hai lavorato con un contratto formale tra il 2005 e il 2018?” o “Sei attualmente registrato?”, la frode incoraggia l’utente a condividere con 30 amici o gruppi di WhatsApp per completare il processo e prelevare l’importo.

2 di 3 Il dominio utilizzato in questa truffa era già apparso in precedenti campagne dannose – Foto: Disclosure / DFNDR Lab

Il dominio utilizzato in questa truffa era già apparso in campagne dannose del passato – Foto: Disclosure / DFNDR Lab

TechTudo ha contattato il laboratorio dfndr per quanto riguarda il dominio utilizzato in questa truffa, terminando con “.top”, come era apparso in altre campagne dannose in passato. Il laboratorio ha confermato queste informazioni e ha aggiunto che mostra che l’hacker ha solo modificato l’argomento. Finché questo dominio non è bloccato, può comunque trarre vantaggio dalle nuove truffe.

Le truffe sono state ricorrenti nel messenger

Questo caso di PIS si unisce ai numerosi altri colpi verificatisi quest’anno. A maggio, circa 50 mila brasiliani sono stati attratti da una falsa promessa di biglietti gratuiti per il film “Avengers: Infinite War”. Oltre a rispondere alle domande personali, gli hacker hanno anche richiesto che il contenuto fosse condiviso con gli amici della vittima.

Di recente, lo sciopero dei camionisti è stato utilizzato anche per frode. Un collegamento dannoso mostrerebbe presumibilmente stazioni di servizio con carburante disponibile per l’acquisto, il che di fatto ha portato a siti a pagamento e app di dubbia provenienza. Prima di ciò, un’altra truffa offriva una blusa ufficiale per la squadra brasiliana a chiunque condividesse il messaggio con un massimo di 30 contatti.

La soluzione è sospettosa di pazze promesse

Per evitare di cadere nelle truffe ricorrenti di WhatsApp, è necessario cercare attentamente i collegamenti che promettono offerte, prodotti o servizi gratuiti imperdibili. Anche le notizie allarmistiche sono probabilmente frodi. Per capire meglio come proteggerti, consulta la nostra guida definitiva per non cadere in un’imboscata su Whatsapp.

Esistono anche diverse applicazioni che possono aiutare nella protezione. Whoscall, ad esempio, aiuta a rilevare le truffe che coinvolgono abbonamenti oroscopo, notizie e sport. Per i messenger, la sicurezza DFNDR può essere una buona opzione. L’app ha uno strumento anti-phishing che rileva contenuti sospetti su WhatsApp, Facebook Messenger e persino SMS.

3 di 3 Link reindirizza l’utente a una pagina fraudolenta – Foto: Disclosure / DFNDR Lab

Il link reindirizza l’utente a una pagina fraudolenta – Foto: Disclosure / DFNDR Lab

Sei caduto in una truffa di WhatsApp? Dillo sul forum TechTudo.

Come eliminare i dati di WhatsApp

Come eliminare i dati di WhatsApp