L'aggiornamento automatico di questo fine settimana ha risolto un grave difetto di Internet Explorer

L’aggiornamento automatico di questo fine settimana ha risolto un grave difetto di Internet Explorer

La vulnerabilità era stata segnalata il 26 aprile e non è stato fino al 1 maggio che Microsoft ha annunciato di aver raggiunto una risoluzione “finale”.

La tecnologia di Redmond nel frattempo aveva suggerito alcune soluzioni provvisorie che potevano aiutare a ridurre il rischio di attacchi.

La mancanza di una soluzione per risolvere il problema, considerata di grande gravità, ha persino portato le autorità ufficiali degli Stati Uniti e del Regno Unito a sconsigliare pubblicamente di non utilizzare Internet Explorer.

Nonostante abbia terminato il supporto per Windows XP giorni prima che la vulnerabilità fosse nota, Microsoft ha rilasciato una patch per quella versione del sistema operativo, con la giustificazione che il problema è stato scoperto con una differenza di tempo molto piccola a causa della sospensione del supporto .

Data la correzione disponibile, chi ha scaricato automaticamente il sistema configurato Internet Explorer non deve preoccuparsi degli aggiornamenti da effettuare, poiché il browser esegue l’installazione della patch da solo. Per coloro che preferiscono il sistema di aggiornamento manuale, la raccomandazione del gigante del computer è di scaricarlo “il prima possibile”.

Scritto in base al nuovo accordo ortografico