javascript contador Skip to content

L’Argentina consegna 1 milione di netbook ai giovani studenti

L'Argentina consegna 1 milione di netbook ai giovani studenti

Il presidente argentino ha già consegnato 1 milione di laptop agli studenti nell’ambito del programma Conectar Igualdade, che ha somiglianze con l’e-school portoghese. Le ultime consegne sono state effettuate ieri, con il milionesimo netbook consegnato a uno studente cieco in una scuola di educazione speciale a Lanús.

Con queste consegne, il programma soddisfa i primi obiettivi di raggiungere un milione di studenti, ma entro la fine del 2012 il governo argentino vuole consegnare 3 milioni di computer, in quella che è una delle iniziative più importanti in America Latina in termini di utilizzo delle tecnologie. informazione nell’istruzione.

Nel suo intervento la presidente Cristina Kirchner ha dichiarato che entro novembre oltre 1,8 milioni di netbook saranno nelle mani degli studenti interessati dal programma, “tutti prodotti a livello nazionale”. “Siamo il paese che ha distribuito la maggior parte dei netbook in tutto il mondo e abbiamo già qualificato più di 400 mila insegnanti”, ha detto, secondo una citazione dal sito ufficiale dell’iniziativa.

Il giorno prima, il presidente aveva inaugurato una fabbrica di produzione di computer di proprietà di Banghó, uno dei principali produttori del paese, sottolineando in un breve discorso il suo impegno nel settore tecnologico locale. “Quando abbiamo iniziato questa trasformazione, abbiamo detto ‘non compriamo più importazioni’. Vogliamo che i computer vengano prodotti in Argentina ora”, ha ricordato Cristina Kirchner, aggiungendo che ci fu una trasformazione culturale, dal momento che non c’erano politiche di produzione e che venivano importate solo attrezzature.

Il programma Conect Equality è stato lanciato nell’aprile 2010 e l’iniziativa mira a ridurre le divisioni esistenti in termini sociali, di accesso alla tecnologia e all’istruzione.

Si ricorda che JP Sá Couto, produttore di Magalhães, ha garantito a febbraio di aver garantito la fornitura di circa 500 mila notebook in Argentina.

Secondo una dichiarazione della società, questo volume di produzione è stato definito nel contesto di una gara pubblica internazionale in quel paese in cui la presenza è assicurata attraverso partner locali, i cui nomi non sono stati rivelati al momento.

Scritto ai sensi dell’Accordo ortografico