Le app per la mobilità di tipo Uber aumentano l'inquinamento del 70%

Le app per la mobilità di tipo Uber aumentano l’inquinamento del 70%

Uno studio pubblicato dall’Unione degli scienziati interessati martedì ha rivelato che i viaggi effettuati su app di trasporto come Uber e Lyft comportano un aumento medio del 69% dell’inquinamento climatico. L’impatto si manifesta principalmente nelle grandi città, dove le gare richieste nelle app per la mobilità sostituiscono i viaggi a basse emissioni di carbonio, come i trasporti pubblici, il ciclismo o le passeggiate.

LEGGI: ​​Hai dimenticato il tuo cellulare su Uber? Spese di restituzione della società

1 di 1 app per la mobilità “di tipo Uber” aumenta l’inquinamento del 70%, afferma lo studio – Foto: Disclosure / Uber

Le app per la mobilità di tipo Uber aumentano l’inquinamento del 70%, afferma uno studio – Foto: Disclosure / Uber

Vuoi acquistare telefoni cellulari, TV e altri prodotti scontati? Scopri Confronta TechTudo

Secondo lo studio, ci sono due fattori principali che rendono le gare di Uber e Lyft un problema climatico. Il primo è che sono più inquinanti di un viaggio in un’auto privata, poiché contribuiscono alla cosiddetta “deadheading” dei conducenti, un fenomeno che si verifica quando il veicolo viaggia senza passeggeri.

Il secondo motivo è che correre su app per la mobilità non sta sostituendo i viaggi in auto private, ma aumentando la circolazione dei veicoli sulla strada. Il rapporto sottolinea che, rispetto ai viaggi in auto personali, i viaggi effettuati da queste app producono circa il 47% in più di emissioni di carbonio.

I ricercatori ritengono che le aziende potrebbero ridurre i danni causati dalle emissioni elettrificando la flotta di veicoli o incoraggiando i clienti a fare viaggi di gruppo. “Affinché le gare contribuiscano a migliorare i risultati meteorologici e di congestione, i viaggi devono essere condivisi ed elettrici e incoraggiare modalità a basse emissioni, come il trasporto di massa, il ciclismo e il camminare”, affermano gli scienziati nell’articolo.

Il compito non è facile, ma sia Uber che Lyft hanno già dimostrato di essere impegnati a ridurre la propria impronta di carbonio. A tal fine, le aziende hanno implementato servizi di condivisione di biciclette e scooter, la pianificazione e l’emissione di biglietti per il trasporto pubblico integrati nelle applicazioni.

Nonostante questi sforzi, gran parte del viaggio richiesto sulle piattaforme Uber e Lyft si svolge in veicoli alimentati a carburanti come benzina, etanolo e gas. Le aziende hanno anche cercato di promuovere i viaggi di gruppo, ma i clienti erano riluttanti a condividere le gare.

Al sito della tecnologia The Verge, un portavoce di Uber ha sottolineato l’impegno dell’azienda nei confronti del trasporto sostenibile.

“Vogliamo che Uber faccia parte della soluzione per affrontare i cambiamenti climatici, lavorando con le città per contribuire a creare un futuro di trasporto a basse emissioni di carbonio. Per sbloccare le opportunità che abbiamo di ridurre le emissioni, continueremo a investire in prodotti e a sostenere politiche che riducano la proprietà delle auto, promuovano viaggi più condivisi e supportino una maggiore adozione di biciclette, scooter, veicoli ecologici e l’uso del trasporto pubblico “.

Un rappresentante della Lyft, d’altra parte, ha classificato il rapporto come “fuorviante”.

“Questo rapporto, come molti altri, fa affermazioni fuorvianti sulla condivisione di auto. Lyft incoraggia l’uso di viaggi condivisi, è stata la prima azienda a inserire informazioni sui trasporti pubblici nella sua app e, l’anno scorso, ha realizzato una delle più grandi implementazioni isolato dai veicoli elettrici nel paese. Non vediamo l’ora di continuare questo lavoro in collaborazione con le città, per avanzare nel trasporto condiviso e sostenibile “.

Cabify vs Uber: qual è il migliore in Brasile? Parere nel forum TechTudo.

Uber cambia e ha notizie in Brasile: sapere tutto

Uber cambia e ha notizie in Brasile: sapere tutto