javascript contador Skip to content

Le aziende europee spenderanno 8,2 miliardi “nel cloud”

Le soluzioni di cloud salvia arrivano in Portogallo alla fine dell'anno

Nei prossimi quattro anni, l’uso dei servizi ospitati nel cloud dal mercato delle imprese dovrebbe aumentare esponenzialmente tra le società europee, iniziando a raccogliere 8,2 miliardi di euro.

Il valore è impressionante se confrontato con l’importo che nel 2010 le aziende hanno speso per questo tipo di soluzioni: 560 milioni di euro.

Le stime sono state rilasciate da IDC, in cui si afferma che l’evoluzione del mercato è dovuta alle aziende che facevano parte della prima “ondata” di utenti di servizi professionali nel cloud e che ora migrano sempre più soluzioni a questo modello.

“I primi utenti hanno, di norma, iniziato a utilizzare soluzioni nel cloud in parallelo con le loro infrastrutture IT esistenti, ma nel 2010 abbiamo iniziato a vedere più aziende migrare soluzioni nel cloud e fare piani per le migrazioni future”, dice Mette Ahorlu, di IDC Europe.

Il funzionario spiega che non è previsto che tutto venga trasferito sul cloud, ma “the early adopters si prevede che trasferiranno la maggior parte dei loro servizi IT sul cloud nei prossimi cinque anni e quello grande seguirà l’esempio tra pochi anni “.

I nuovi ambienti IT includeranno elementi di infrastrutture tradizionali, cloud privati ​​aziendali e cloud pubblico. Di conseguenza, la gestione e l’integrazione diventano una sfida per cui le società europee dovrebbero preferire assumere un fornitore di servizi esterno, che aiuterà il mercato dei servizi cloud a crescere, aggiunge il consulente.

Secondo IDC, il 25 percento dei servizi cloud per le imprese sarà fornito con contratti di outsourcing. Ciò avrà un’importanza decisiva nella scelta del fornitore di servizi, sottolinea. Dovrebbe essere in grado di gestire sia l’ambiente tradizionale sia quello nuovo e offrire soluzioni per la migrazione durante la durata del contratto.

Per i consumatori, le modifiche dovrebbero comportare l’accesso a servizi con costi associati minori, conclude la società.