javascript contador Skip to content

Le vendite di PC tornano a “rosso”

Le vendite di PC tornano a "rosso"

Le vendite di computer, contabilizzate in fabbrica, sono nuovamente diminuite nel primo trimestre di quest’anno, per la prima volta dopo il periodo di recessione che ha accompagnato la crisi economica, dicono le società di ricerche di mercato. Non è solo l’interesse per le alternative mobili, compresse, che sta dietro il calo del 3,2 per cento nel mercato globale dei PC, afferma IDC, che menziona anche fattori come un comportamento cauto da parte delle aziende e un debole interesse dei consumatori.

L’aumento del prezzo del petrolio e delle materie prime e le ripercussioni del terremoto in Giappone potrebbero anche aver contribuito a riportare il mercato globale dei computer, nel primo trimestre 2011, a risultati negativi, rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, aggiungono. gli analisti dei consulenti.

La debole domanda del mercato consumer è stata considerata il principale inibitore della crescita dagli analisti di Gartner, sebbene, secondo i resoconti di questo consulente, il calo sia stato solo dell’1,1 per cento.

“I prezzi bassi per i PC consumer, che hanno stimolato la crescita, hanno smesso di attrarre acquirenti. Invece, i consumatori hanno rivolto la loro attenzione a compresse e altri dispositivi elettronici di consumo “, ha dichiarato Mikako Kitagawa, analista principale di Gartner. Ora resta da stabilire se si prevede che la tendenza avrà un effetto sul mercato dei PC a lungo termine, ha aggiunto.

Jay Chou, analista di IDC, sostiene che “le conseguenze degli eventi in Medio Oriente e Giappone rimangono poco chiare”, evidenziando tendenze come “abbastanza informatica”, che, dice, è diventata una “realtà solida”, sottolineando esempi come il mini i Quaderni e il compresse.

“Anche se è allettante solo la colpa compresse“altri fattori, come i cicli di vita più lunghi dei PC e la mancanza di nuove interessanti esperienze in questo campo, hanno giocato ruoli altrettanto importanti nelle scarse esibizioni presentate, ha aggiunto un altro dei funzionari dell’IDC, Bob O’Donnell.

In uno scenario di declino, HP continua a essere individuata da entrambi i consulenti come produttore con la più grande quota del mercato globale: il 17,6 percento, secondo Gartner, e il 18,9 percento, secondo i conti IDC. Sebbene abbia anche registrato perdite, secondo quanto riferito la società ha spedito 15,19 milioni di unità ai negozi, leggi la tabella IDC.

Le 5 migliori vendite mondiali - IDC Fonte: IDC

Per l’Europa (EMEA), secondo Gartner, sono stati distribuiti 5 milioni di computer in un conteggio che attribuisce a HP 14,8 milioni di unità spedite in tutto il mondo.

Le 5 migliori vendite mondiali - Gartner Fonte: Gartner

Se si osservano i numeri IDC, HP è seguito da Dell, Acer, Lenovo e Toshiba (quest’ultimo con prestazioni positive rispettivamente del 16,3 e 3,8 percento), Gartner indica un secondo posto occupato da Acer , seguito da Dell, Lenovo e Toshiba (qui con una crescita del 16,6 e del 5,3 per cento).

Nella tabella per l’Europa (EMEA – Europa, Medio Oriente e Africa), il dominio appartiene anche a HP, seguito da Acer, Dell, Asus e Lenovo.

Le 5 migliori vendite per EMEA - Gartner Fonte: Gartner

Degno di nota anche, nel mercato nordamericano, per la presenza di Apple nella Top 5, comparendo nei conteggi di entrambi i consulenti con una crescita dell’ordine del 18,9 percento (Gartner) e del 9,6 percento (IDC), rispetto al lo stesso periodo.