javascript contador Skip to content

Le vendite di telefoni cellulari crescono con la domanda di smartphone

Le vendite di telefoni cellulari crescono con la domanda di smartphone

Il mercato globale della telefonia mobile è cresciuto del 19,8 percento durante il primo trimestre dell’anno, raggiungendo un totale di 371,8 milioni di dispositivi spediti nei negozi tra gennaio e marzo, rivela l’ultimo rapporto IDC. I risultati sono una conseguenza di un aumento della domanda di smartphone.

Il motivo è lo stesso indicato da Strategy Analytics, sebbene questo sia più misurato nei numeri avanzati: crescita del 17 percento, rispetto a un anno prima. L’aumento delle vendite di smartphone nei mercati più maturi, aggiunge come spiegazione la popolarità che sta guadagnando nei mercati emergenti i modelli con ingresso per diverse carte SIM.

La leadership della tabella dei produttori (da IDC) continua a appartenere a Nokia, che tra gennaio e marzo ha inviato ai negozi 108,5 milioni di dispositivi mobili, lo 0,6 per cento in più rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Tuttavia, ha visto la sua quota di mercato scendere dal 34,7 per cento al 29,2 per cento.

Il clou principale è la performance di Apple, le cui vendite di iPhone hanno prodotto un aumento del 114,9 percento del numero di dispositivi contati in fabbrica: 18,7 milioni. L’anno scorso allo stesso tempo non hanno superato gli 8,7 milioni. La società si avvicina quindi a LG, la cui quota di mercato è scesa dall’8,7 al 6,6 per cento.

Samsung rimane al secondo posto nella classifica con 70 milioni di pezzi di equipaggiamento spediti nei negozi, con un incremento dell’8,9 percento, rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. La quota di mercato è diminuita di 1,9 punti percentuali.

fonte: IDC

Nel mercato europeo, la crescita è stata trainata principalmente dalle vendite di dispositivi Android e iPhone, ha affermato il consulente, evidenziando i buoni risultati di vendita delle nuove apparecchiature di HTC, Samsung Sony Ericsson, nel segmento di fascia alta.

Tra i dispositivi di fascia bassa, i numeri raggiunti dai modelli Android di produttori come Alcatel, Huawei e ZTE sono saltati fuori. L’aumento del numero di smartphone venduto, anche traducendosi in una diminuzione della domanda di telefoni cellulari tradizionali, ha aggiunto il consulente.