javascript contador Skip to content

LG difende che il 3D stabilisce un nuovo standard negli smartphone

LG difende che il 3D stabilisce un nuovo standard negli smartphone

LG Maximo 3D ha debuttato la scorsa settimana l’esperienza di smartphone 3 dimensioni in Portogallo attraverso la rete Vodafone e anche nei negozi, senza operatore. L’attrezzatura viene “abbastanza ben accolta” dai clienti, soprattutto per l’innovazione, ha detto a TeK Pedro Gaspar, direttore commerciale di LG, a margine della presentazione del prodotto.

“L’innovazione che abbiamo introdotto con questa apparecchiatura, che ci consente di cambiare l’esperienza di utilizzo e creazione di contenuti 3D senza dover usare gli occhiali, sta suscitando molto interesse”, ha spiegato il responsabile dell’area commerciale dell’azienda, che ritiene che con questo lancio viene stabilito un nuovo traguardo negli smartphone.

Sono già in corso trattative con altri operatori per commercializzare anche LG Maximo 3D in Portogallo, ma Pedro Gaspar ha rifiutato di anticipare qualsiasi numero di aspettative di vendita, garantendo solo che sono “eccezionali”.

Come aveva già scritto TeK, il smartphone è il primo a consentire la visualizzazione e l’acquisizione di immagini tridimensionali, in foto e video, migliorandone l’utilizzo attraverso tre giochi Gameloft già installati. Ci sono anche altri 14 titoli disponibili per gli utenti per l’installazione, ma i vantaggi si estendono anche alla possibilità di filmare e trasferire le immagini da visualizzare su una TV 3D (tramite connessione via cavo HDMI) o su YouTube 3D, per cui esiste un pulsante di caricamento dedicato.

Nome immagine

Inn Soh, uno specialista LG nel campo delle comunicazioni mobili, ha spiegato a TeK che la strategia dell’azienda non è sempre quella di lanciare smartphone con poca differenziazione, ma di scommettere sull’innovazione per fare la differenza. Questo è il caso di Maximo 3D, che ritiene segnerà una tendenza futura.

“Il 2D è già finito. Ora diamo a tutti gli utenti la possibilità di creare i propri contenuti 3D e credo che tra un anno questa sarà una funzione obbligatoria per gli smartphone”, ha rafforzato.

Per supportare le prestazioni richieste dal 3D, il processore integrato in LG Maximo 3D è un “dual trial”, con un’architettura dual-core, dual-memory e dual-channel. In questo modo due immagini vengono trattate contemporaneamente, ma i vantaggi si estendono anche ad altre applicazioni e funzionalità dello smartphone, che è più veloce in tutte le attività.

Per quanto riguarda il consumo della batteria, Inn Soh ammette che il 3D è naturalmente più impegnativo, ma sottolinea che spetta all’utente fare un uso razionale dell’attrezzatura, disattivando le funzionalità che non vengono utilizzate (come GPS o Wi-Fi) per prolungare il la sua durata. Comunque, questo specialista LG per l’area mobile ricorda che oggi è molto facile ricaricare il telefono ovunque tramite USB, anche sui televisori.

La strategia di LG per i display 3D copre anche compresse, ma Inn Soh non voleva dire a TeK quali fossero i piani per la sua commercializzazione. “Stiamo studiando il compresse 3D, in linea di principio ci saranno presto novità “, ha detto.

Questo articolo è stato redatto in base al nuovo accordo ortografico