javascript contador Skip to content

L’Iran subisce un nuovo attacco informatico

L'Iran subisce un nuovo attacco informatico

Un funzionario militare iraniano ha dichiarato ieri che il paese è stato vittima di un nuovo attacco informatico mirato ai suoi sistemi centrali, riaccendendo la discussione su una campagna internazionale contro il suo programma di energia nucleare.

Dopo la controversia generata da Stuxnet lo scorso anno, gli esperti di sicurezza informatica del paese affermano di averne identificato uno nuovo verme progettato per sabotare i tuoi sistemi.

Il capo del dipartimento di sicurezza informatica iraniana, Gholam-Reza Jalali, ha affermato che si trattava di un “virus spia”, ma non ha elaborato la minaccia – che hanno chiamato “stelle”.

È un nuovo virus che imita i file dei computer governativi ed è difficile da combattere nelle prime fasi, il team impara. “In una fase iniziale, causa pochi danni e può essere confuso con i file eseguibili delle istituzioni governative”, ha detto il funzionario, citato dalla stampa internazionale.

Gholam-Reza Jalali ha aggiunto che la situazione è sotto inchiesta e che il Paese deve rispondere a questo tipo di attacchi, senza specificare quando è stato individuato per la prima volta. vermeo quale attrezzatura viene presa di mira dall’attacco.

Symantec – che a novembre ha pubblicato uno studio su Stuxnet affermando che il verme era stato effettivamente sviluppato per attaccare attrezzature come quella usata dall’Iran per arricchire l’uranio – era stato contattato da Computerworld, ma affermava di non aver ancora identificato la minaccia.

Senza un campione del nuovo verme è impossibile confermare ciò che sostengono le autorità iraniane, ha affermato uno degli esperti della compagnia di sicurezza. Kevin Haley ha spiegato che le società di sicurezza normalmente condividono campioni, ma in questo caso nessuna società ha ancora riferito di avere campioni di tale minaccia.