javascript contador Skip to content

L’UE avanza con chiamate automatiche in caso di incidente stradale

L'UE avanza con chiamate automatiche in caso di incidente stradale

La Commissione europea ha annunciato giovedì di aver adottato la prima misura per attuare, entro il 2015, il sistema che consentirà alle auto di effettuare una chiamata diretta ai servizi di emergenza.

Il sistema eCall viene installato sui veicoli e chiama automaticamente il numero unico europeo di emergenza, 112, in caso di incidente rilevante, informando i servizi di emergenza della posizione dell’auto.

ECall, a cui il Portogallo si è impegnato nel 2007, è progettato per equipaggiare tutti i modelli di auto commercializzati in Europa, nel tentativo di migliorare la velocità di risposta dei servizi sanitari e di far fronte a situazioni in cui, a causa del gravità delle lesioni, le vittime non hanno i riflessi o la capacità fisica di effettuare una chiamata di emergenza.

Secondo le stime della Commissione, la tecnologia dovrebbe accelerare l’arrivo delle squadre di soccorso di circa il 40% nelle aree urbane e del 50% nelle aree rurali.

Giovedì, l’esecutivo europeo ha adottato una raccomandazione “invitando gli Stati membri a garantire che gli operatori di reti di telefonia mobile migliorino le loro infrastrutture e che le chiamate eCall possano essere trasferite in modo efficiente ai servizi di emergenza”, leggi se nel comunicato stampa.

L’obiettivo della Commissione è di rendere il servizio pienamente operativo in tutta l’Unione europea, nonché in Croazia, Islanda, Norvegia e Svizzera, entro il 2015. Si ricorda che l’inizio degli sforzi per realizzare l’iniziativa risale al 2005, quando in cui il 2009 è stato indicato come un orizzonte temporale per il raggiungimento.

“Sono felice di aver fatto (…) il primo passo per milioni di cittadini per beneficiare di eCall, un sistema che può ridurre drasticamente il tempo necessario ai servizi di emergenza per raggiungere la scena degli incidenti. Il sistema salverà centinaia di vite e ridurrà il dolore e la sofferenza delle vittime di incidenti stradali “, ha affermato il vicepresidente della Commissione e responsabile dell’agenda digitale Neelie Kroes nella nota ufficiale.

Questa raccomandazione sarà seguita dall’adozione da parte della Commissione di specifiche per l’ammodernamento dei call center di emergenza e di una proposta di regolamento, che prevede che dal 2015 in poi saranno installati in tutti i nuovi modelli di autovetture e veicoli leggeri, dispositivi compatibili con il sistema.

Scritto ai sensi dell’Accordo ortografico