javascript contador Skip to content

Mercato dei PC: IDC riduce le previsioni di crescita a quasi la metà

Mercato dei PC: IDC riduce le previsioni di crescita a quasi la metà

IDC oggi ha rivisto le previsioni al ribasso per il mercato globale dei PC che aveva presentato a febbraio, anticipando un primo trimestre del 2011 con più vendite di quante ne risultasse.

Il consulente specializzato nel mercato IT, che aveva previsto una crescita del 7,1 per cento nel numero di unità spedite ai negozi nel 2011, ora indica un aumento di circa la metà: 4,2 per cento.

All’origine del cambiamento di prospettiva è la mancanza di interesse da parte della domanda nei mercati maturi (Europa occidentale, Stati Uniti, Giappone e Canada), che è rimasta debole nei primi tre mesi dell’anno, con un calo di 1,1 percentuale del numero di PC spediti nei negozi.

“Il mercato dei PC ha sicuramente raggiunto un rallentamento”, afferma Loren Loverde, uno dei responsabili dell’area di mercato dei consumatori presso IDC.

Il mercato consumer è stato un pilastro della crescita del mercato dei PC negli ultimi cinque anni. La crescita ha beneficiato del forte interesse per i dispositivi portatili a basso costo, sia nei mercati emergenti, dove, oltre a quelli che hanno sostituito le vecchie apparecchiature con altre, molti avranno ora un laptop e un netbook (o uno tavoletta), per esempio.

“I consumatori stanno realizzando i vantaggi di avere e utilizzare più dispositivi intelligenti e, poiché dispongono già di PC, stanno ora aggiungendo smartphone, tablet ed eReader alle loro collezioni di apparecchiature” e questo ha cambiato il modo in cui i soldi dedicati all’acquisto della tecnologia ha iniziato a essere distribuito, spiega il vicepresidente dell’area Clienti e display, del consulente, Bob O’Donnell.

Nonostante la recessione economica, identificata come un altro fattore con maggior peso nella “revisione” delle stime, IDC continua a prevedere una crescita significativa, sia nel segmento consumer che in quello commerciale. Tra il 2012 e il 2015, il mercato dovrebbe crescere tra il 10 e l’11 percento.

Nuovi modelli, chip, sistemi operativi, funzionalità e servizi, accompagnati da un calo dei prezzi delle apparecchiature, dovrebbero contribuire a mantenere l’interesse per i PC, nonostante la concorrenza di smartphone e compresse.