javascript contador Skip to content

Microsoft ritorna per provocare Apple nella campagna pubblicitaria

Microsoft ritorna per provocare Apple nella campagna pubblicitaria

La “competizione pubblicitaria” non è nuova, ma ha nuovi sviluppi. Microsoft ha messo online una pagina confrontando i computer Windows con i computer Apple, sostenendo che l’unica differenza sta nei prezzi (più alti) applicati dall’eterno rivale.

La pagina è ospitata sul sito web canadese del colosso di Redmond e ha il suggestivo nome “Do The Math” (qualcosa come “fa la matematica”).

Con la campagna, Microsoft intende dimostrare la competitività dei suoi sistemi in termini di prezzi, grazie ai quali gli utenti possono “trattenere un po ‘di denaro extra da spendere in altre cose”, afferma il produttore, in una chiara allusione agli alti valori praticati dal concorrente.

Sul sito Web è possibile scegliere tra i diversi modelli Apple e confrontarli con i computer Windows, ovvero, in risposta a iMac, MacBook Pro e MacBook Air, vengono presentati modelli equivalenti di HP, Acer, Toshiba, Sony, ecc.

L’immagine della campagna mette faccia a faccia un MacBook Pro 17 (2.349 dollari) e un HP Pavilion DV7 (999 dollari), quest’ultimo “decorato” con una palma, una tavola da surf e una collana hawaiana, suggerendo che con cosa risparmia sull’acquisto di questo modello a spese del suggerimento di Apple, è possibile andare in vacanza alle Hawaii.

Nome dell'immagine

Mentre la notizia del lancio della campagna gira in tutto il mondo, ci sono quelli che evidenziano alcuni “difetti” nella strategia di argomentazione di Microsoft, vale a dire il fatto di non menzionare le schede grafiche o di confrontare funzionalità come i tradizionali dischi rigidi e unità SDD.

Indipendentemente dall’origine, le critiche di Apple non sembrano scuotere il buon momento dell’azienda gestita da Steve Jobs, che è stato segnalato nella classifica Brandz, della società di consulenza Millward Brown, come il marchio più prezioso del mondo.