javascript contador Skip to content

Musei portoghesi con nuovi software e portale sul patrimonio immateriale

L’Istituto di Musei e Conservazione (IMC) ha presentato ieri il suo nuovo portale della sede centrale per la gestione del patrimonio culturale immateriale, attraverso il quale le entità che detengono manifestazioni del patrimonio immateriale saranno in grado di rispondere alle richieste di inclusione nell’inventario nazionale.

La creazione del MatrizPCI, un sistema di supporto per l’inventario nazionale dei beni culturali, rappresenta il rispetto da parte del Portogallo delle disposizioni della convenzione UNESCO del 2003 in materia.

Il portale, che servirà a creare un inventario del patrimonio immateriale del paese, è anche una condizione per la futura presentazione di domande di patrimonio immateriale portoghese all’UNESCO, in un momento in cui la metà dei musei del paese ha già registri per la loro collezione. come fotografie, film e suoni.

Oltre a queste funzioni, il portale fornisce materiali che possono essere utilizzati da musei e scuole in progetti con i giovani, come un quiz sulla salvaguardia del patrimonio immateriale o un manuale con schede per la raccolta di materiale e patrimonio immateriale.

Le funzionalità sono state mostrate nel “Seminario Matriz: nuove prospettive per l’inventario, la gestione e la diffusione del patrimonio mobile e immateriale”, che si è svolto ieri al Museu de Arte Antiga, a Lisbona, per la presentazione pubblica delle nuove versioni delle soluzioni che integrano la gamma Matriz (Matrix 3.0, MatrizNet 3.0 e MatrizPCI), sviluppato da BOND, in collaborazione con IMC.

Matrix, un sistema di informazione per inventari, gestione integrata e diffusione di beni, è stato creato nel 1994, per beni mobili, e in seguito è stato esteso al settore immobiliare e alla fotografia. Nella sua versione 3.0 include anche l’immateriale.

Tra le nuove funzionalità ci sono le schede specifiche per l’inventario di beni immobili e mobili e anche strumenti per un approccio integrato alle attività materiali e immateriali.

La versione 3.0 aggiunge inoltre nuove funzionalità per la gestione del patrimonio culturale, la gestione degli archivi e i processi amministrativi, nonché la selezione del patrimonio da pubblicare sul portale Europeana, Museu Mobile e MatrizWeb e consente l’importazione di dati dal catalogo PorBase.

Oltre a presentare le soluzioni, è stata anche evidenziata una collaborazione con l’Istituto brasiliano dei musei, al fine di creare un catalogo online collettivo di musei nei paesi di lingua portoghese – basato sulla tecnologia Matriz.