javascript contador Skip to content

Nokia in rosso con il 20% di calo delle vendite telefoniche

Nokia in rosso con il 20% di calo delle vendite telefoniche

Nokia ha registrato oggi un utile operativo negativo di 487 milioni di euro nel secondo trimestre di quest’anno, con le vendite globali della società finlandese scese del 7 percento a 9,3 miliardi di euro, quando un anno prima erano pari a 10 miliardi .

La tendenza è evidente in tutte le aree di business, ad eccezione di Nokia Siemens Networks, dove è stata osservata una crescita del 20 percento dei ricavi, che ha raggiunto 3,6 miliardi di euro.

Nel settore dei prodotti e servizi, le vendite di Nokia sono diminuite del 20% rispetto al 2010, attestandosi a 5,47 miliardi di euro, e la società di sistemi di navigazione acquisita da Nokia (NAVTEQ) ha registrato un calo dei ricavi 3 percento, a 245 milioni di euro – ancora il 6 percento in più rispetto ai 232 milioni registrati nel trimestre precedente.

C’è stato anche un calo del 20 percento nelle vendite di telefoni cellulari, i cui ricavi non hanno superato i 2,55 miliardi di euro, quando nel 2010 sono stati pari a 3,19 miliardi di euro. Tra aprile e giugno sono stati venduti 71,8 milioni di pezzi di equipaggiamento, il 16 percento in meno rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

Le cifre ora rilasciate rivelano che, nell’area di smartphone, considerato vitale per l’azienda, i declini sono stati ancora più accentuati, con vendite in calo del 32 percento nello stesso periodo, a 2,37 miliardi di euro (nel 2010 erano 3,5 miliardi).

La perdita di terra è evidente anche nel confronto con i primi tre mesi di quest’anno, quando ha fatturato 3,53 miliardi con il segmento, il 33% in più rispetto al periodo attualmente in analisi.

Tra aprile e giugno di quest’anno, Nokia ha venduto 16,7 milioni smartphone, Il 34 percento in meno rispetto agli stessi mesi del 2010 (25,2 milioni di unità). Nei primi tre mesi del 2011 aveva commercializzato 35,28 milioni di smartphone (+ 33%).