javascript contador Skip to content

Nokia supera le aspettative ma continua a perdere quote

Nokia supera le aspettative ma continua a perdere quote

Nokia ha presentato oggi i suoi risultati per il primo trimestre dell’anno, sorprendendo il mercato e gli analisti con risultati meno negativi del previsto.

In un momento in cui si prevedevano importanti cali delle prestazioni dell’azienda, la società ha registrato utili per 344 milioni di euro, 5 milioni in meno rispetto al dato registrato un anno prima.

I ricavi sono persino cresciuti del 9% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, attestandosi a 10.399 milioni di euro, rispetto ai 9.522 registrati nel 2010.

Sebbene abbia anche rivelato che le vendite di dispositivi sono cresciute nei primi tre mesi dell’anno, la società continua a perdere quote di mercato rispetto alla concorrenza.

Secondo i dati di Strategy Analytics, citati dall’Associated Press, la quota di vendite telefoniche del produttore finlandese è scesa dal 39 percento di marzo 2010 al 24 percento di oggi.

Le cifre di Nokia hanno fissato il livello al 29 percento, 14 punti percentuali in meno rispetto alla percentuale che aveva un anno prima, quando rappresentava il 33 percento delle vendite – e ancora al di sotto del 31 percento ancora detenuto a dicembre 2010 Presta attenzione all’uno o all’altro conteggio, poiché alla fine degli anni ’90 la società non ha visto la sua quota di mercato scendere a questi livelli.

La società ha dichiarato, tuttavia, che tra gennaio e marzo 2011 aveva venduto 24 milioni smartphone, Il 13 percento in più rispetto allo stesso periodo del 2010 e anche il valore medio delle apparecchiature vendute è aumentato, suggerendo che il marchio ha venduto più apparecchiature nelle gamme più alte. In totale, 108,5 milioni di telefoni cellulari Nokia sono stati venduti nei primi tre mesi dell’anno, ha affermato il produttore.

Nella presentazione alla stampa internazionale, il CEO dell’azienda, Stephen Elop, ha aggiunto che la società aveva ora firmato l’accordo “definitivo” con Microsoft. La partnership, annunciata a febbraio, riunirà le aziende per produrre smartphone con Windows Phone 7.