Oi non può vendere interessi in Unitel

Oi post-fusione arriva in borsa fino a marzo 2015

In una dichiarazione, l’operatore brasiliano ha osservato che sono stati firmati gli accordi di fusione definitiva con Portugal Telecom, che sono stati approvati lo stesso giorno dalla sua direzione e sono ora in attesa di approvazione da parte dell’autorità di regolamentazione del mercato dei capitali brasiliana.

Tuttavia, la società intende procedere con l’ordine di conversione nella nuova società risultante dalla fusione, fino ad ora identificata come CorpCo, stimando che la società sarà quotata entro la fine del primo trimestre del prossimo anno. CorpCo sarà quotata sui mercati di Lisbona, San Paolo e New York.

Si ricorda che ieri gli azionisti di PT hanno votato un accordo di fusione riveduto con Oi, che non prevede più l’integrazione di PT SGPS nell’operatore brasiliano (legalmente la fusione non ha luogo).

I nuovi termini hanno inoltre significativamente modificato i diritti di voto di PT nella nuova società al 7,5%.

Secondo i termini dell’accordo approvato ieri dal 98,25% degli azionisti di PT, PT SGPS continuerà ad esistere, ora come entità che avrà solo il ruolo commerciale di Rioforte e un’opzione di acquisto presso Oi, che le consentirà di aumentare progressivamente la sua partecipazione al azienda.

Scritto in base al nuovo accordo ortografico