javascript contador Skip to content

Optimus multato per 60 mila euro

Optimus multato per 60 mila euro

Optimus è stato multato per EUR 60.500 da Anacom. L’ammenda penalizza l’operatore per aver presentato 16 richieste elettroniche di portabilità senza aver “basato su un documento valido che giustificasse tali richieste, che non corrispondeva ai desideri degli abbonati”, spiega l’autorità di regolamentazione delle comunicazioni in una nota pubblicata sul suo sito web.

La stessa fonte indica che l’operatore ha anche violato la legislazione in vigore, quando non ha dato seguito a due richieste di annullamento dei contratti presentate dai rispettivi abbonati. Invece, la società ha presentato richieste di portabilità elettronica per i numeri in questione, contro la volontà espressa degli abbonati regolari.

L’ammenda inflitta a Optimus non è stata ancora pagata, poiché l’operatore ha deciso di presentare ricorso contro la decisione.

Negli ultimi mesi sono state segnalate diverse multe di grandi dimensioni inflitte dall’autorità di regolamentazione agli operatori, a seguito di situazioni di inosservanza della normativa sulle comunicazioni in vigore.

TMN è stata soggetta a una multa di quasi 100 mila euro per non aver impedito l’accesso ai servizi a valore aggiunto basati sull’invio di messaggi, entro il periodo legale di 24 ore previsto dalla legge.

Una decisione analoga è stata presa pochi giorni prima in merito a Vodafone, che è stata soggetta a un’ammenda di pari valore per non aver rispettato le scadenze legali sulla stessa questione.

Scritto in base al nuovo accordo ortografico