Il contenzioso sui brevetti tra Oracle e Google inizia a essere giudicato

Oracle afferma che Google ti deve 2,6 miliardi

Oracle afferma che Google deve $ 2,6 miliardi per violazione dei brevetti Java, che sono diventati di proprietà di Oracle dopo l’acquisto di Sun Microsystems l’anno scorso.

Il valore è stato chiarito ieri da Oracle nella causa intentata nei tribunali californiani per chiedere il pagamento di brevetti presumibilmente violati da Google con il suo sistema operativo mobile, Android, riporta la stampa internazionale.

L’importo rientra nei limiti previsti dal colosso della ricerca, dopo aver letto il rapporto preparato dagli esperti Oracle. All’epoca, annunciò che la società si stava preparando a chiedere tra 1,4 e 6,1 miliardi di dollari, valori che aveva classificato come “mozzafiato”.

“Anche il valore più basso previsto da Cockburn [autor do relatório da Oracle] è più di dieci volte la somma che Sun Microsystems ha fatto ogni anno con il suo intero programma di licenze Java e 20 volte quello che Sun ha guadagnato con le licenze mobili Java “, ha affermato il procuratore di Google.

Oracle sostiene che Google ha interpretato erroneamente i conti presentati e l’analisi del suo esperto, che secondo l’azienda si basa su molteplici prove ed è stato condotto alla luce dei rapporti commerciali delle parti e delle dimensioni dei loro profitti.

Il nuovo proprietario di Sun, che afferma di avere diritto al risarcimento in base a una serie di parametri, inclusi i ricavi pubblicitari sui dispositivi Android.

Google, che aveva precedentemente negato la violazione dei brevetti, sostiene inoltre che il business del software Android e la pubblicità di Google sono diversi così come i valori ad essi associati.

“Il software fa funzionare i telefoni, indipendentemente dal fatto che l’utente veda o meno gli annunci” e la pubblicità di Google è presente anche su altre piattaforme, non essendo attivata solo su dispositivi Android, mantiene il funzionario, aggiungendo che il metodo utilizzato da Oracle per il calcolo dei danni si basa su errori di base legali e gonfia i valori.