javascript contador Skip to content

Paredes inizia a trasformarsi nella Silicon Valley portoghese

Paredes inizia a trasformarsi nella Silicon Valley portoghese

Annunciata nel giugno 2009, l’intenzione di trasformare Paredes nella Silicon Valley portoghese è stata venerdì 13 maggio, formalizzata con la firma di un accordo tra Cisco Systems e Living PlanIT per la costruzione di un centro di ricerca e innovazione nel settore delle soluzioni di rete, al fine di sviluppare nuovi modelli di gestione urbana.

Il progetto della multinazionale nordamericana è considerato un’ancora nello sviluppo della PlanIT Valley, considerata la prima città sostenibile e intelligente in Europa, che, oltre a Cisco, dovrebbe ospitare diverse aziende legate all’IT.

La “nuova città” che nascerà da zero a Paredes rappresenta un investimento globale di 10 miliardi di euro e porterà alla creazione di 20-30 mila posti di lavoro nei prossimi anni, secondo quanto annunciato nel giugno 2009, quando il progetto è stato presentato.

PlanIT Valley si estenderà su una vasta area, con il centro di ricerca Cisco, uno dei più grandi progetti europei dell’azienda nell’area delle cosiddette “Smart + Connected Communities”, che occupa un posto centrale.

L’obiettivo principale della partnership tra Cisco e Living PlanIT, che da solo significherà la creazione di centinaia di posti di lavoro qualificati, è trasformare PlanIt Valley nel più grande progetto di sviluppo sostenibile europeo utilizzando le soluzioni Cisco Smart + Connected Communities.

Inizialmente, Living PlanIT collaborerà con Cisco nella fase di progettazione dell’architettura tecnologica delle comunità Smart + Connected nella città futura. Questa fase è terminata, l’implementazione di un’infrastruttura di rete, basata sulla tecnologia Cisco, è considerata una piattaforma per la sostenibilità urbana in Paredes.

Questo nuovo centro di ricerca e sviluppo intende studiare come utilizzare una rete di sensori in: veicoli elettrici, monitoraggio della rete intelligente, misure intelligenti e gestione dell’energia per case ed edifici. Il progetto dovrebbe anche testare il potenziale per l’integrazione delle fonti di energia rinnovabile.

“Abbiamo detto che avremmo collaborato a questo progetto e manteniamo questo impegno, volendo che sia un processo di successo”, ha dichiarato Carlos Brazão, direttore generale di Cisco, di recente, parlando con TeK.