javascript contador Skip to content

PS e PSD sono i più popolari sui social network

La Terra "rilascia gas" verso la Luna ogni mese

Il Partito socialista (PS) e il Partito socialdemocratico (PSD) sono i più popolari sui social media, secondo uno studio pubblicato oggi, che esamina il numero di volte in cui i partiti sono stati inviati ai servizi durante la campagna elettorale.

Secondo Havas Digital, che ha monitorato i riferimenti alle parti su siti Web, blog e social network, negli ultimi quindici giorni di maggio, PS e PSD sono separati di un solo punto percentuale rispetto alla popolarità nei servizi di media Sociale.

Il Partito Socialista è al comando con il 32 percento, mentre i socialdemocratici raccolgono il 31 percento delle menzioni online. Il CDS-PP è il terzo più parlato, con il 20 percento dei referral da solo.

L’otto percento dei commenti include menzioni del PCP e i ranghi del blocco sinistro sono gli ultimi nel classifica, non oltre il 3 percento. I dati sono stati raccolti utilizzando lo strumento di monitoraggio di Artemis Buzz, che consente anche il numero di riferimenti a riferimenti incrociati con il sentimento espresso dagli utenti nei confronti della parte in questione.

A questo proposito, è il CDS-PP che fa il meglio, “che ha una popolarità online sopra la media”, affermano gli autori dello studio. “PSD, PS e PCP sono molto vicini in termini di sentimento” e il Bloco de Esquerda “mostra le prestazioni peggiori”.

L’economia è l’argomento online più discusso, con oltre 10.000 riferimenti, seguito da “finanza”, “occupazione”, “istruzione”, “salute” e “ambiente”. Un’altra delle conclusioni evidenziate è il declino della popolarità delle parti sui social network nel corso della campagna.