javascript contador Skip to content

Start-up portoghese lancia la piattaforma di gestione dei progetti

Start-up portoghese lancia la piattaforma di gestione dei progetti

L’idea era vecchia ed era stata elaborata dal team che ha formato Webfuel per qualche tempo, ma solo circa una settimana fa è diventata un prodotto commerciale, a seguito di una beta che ha funzionato negli ultimi due mesi.

A quel tempo, la società ha lanciato Airgile, uno strumento di gestione del progetto, disponibile in a software come un servizio, attraverso del browser. João Saleiro, CTO di Webfuel, assicura che Airgile potrebbe non fare ancora la differenza in relazione alla concorrenza, in termini di nuove funzionalità, ma ha buone argomentazioni sull’interfaccia semplice e intuitiva e sulla reattività della piattaforma che “è lo stesso per 100 compiti o per 10 mila “, esemplifica.

Il progetto prende il via con circa 150 account, ancora sottoscritti durante la beta privata del prodotto, e guadagna in media cinque nuovi account ogni giorno. I piani di abbonamento sono definiti dal numero di progetti e utenti. Per un progetto fino a quattro utenti, l’uso è gratuito. Per garantire la gestione di un massimo di sei progetti, per un massimo di sette utenti il ​​costo mensile della piattaforma è di 6 euro. Per più progetti e più utenti, sono disponibili altre configurazioni.

Tra i clienti che già provano questo nuovo strumento di gestione dei progetti ci sono la maggior parte degli utenti connessi alle tecnologie, ma anche clienti nell’area della ristorazione, della contabilità o persino di un ufficio di psicologia.

L’obiettivo di Webfuel è proprio quello di sfruttare l’interfaccia intuitiva della piattaforma per affascinare gli utenti al di fuori delle aree più tecnologiche, spiega João Saleiro.

Oltre ai piani per espandere l’utilizzo di Airgile nel numero di utenti e settori di mercato, Webfuel ha previsto numerosi sviluppi sulla tabella di marcia il cui obiettivo principale è quello di fornire allo strumento nuove funzionalità, distintive rispetto alla concorrenza. Una scommessa sulla metodologia mischia, per la gestione e la pianificazione del progetto, è uno dei punti di ciò tabella di marcia.

La società, creata da ex studenti di ISCTE-IUL, sta ancora lavorando su nuove applicazioni. L’area finanziaria dovrebbe concentrarsi sul prossimo prodotto da commercializzare, ma ci sono anche progetti nel campo della salute, della ristorazione, tra gli altri.

Alla base di Webfuel c’è una tesi sulla RIA (Rich Internet Applications) che João Saleiro e un altro fondatore dell’azienda hanno concluso alla fine del 2006. Nell’ambito del lavoro, gli autori hanno identificato un’opportunità commerciale in quell’area, che l’emergere di tecnologie come Adobe Flex e HTML5 sono arrivati ​​a confermare, spiega João Saleiro.

Prima di procedere con la creazione della propria offerta, i due imprenditori hanno lavorato come consulenti nel settore bancario e solo successivamente hanno deciso di andare avanti con Webfuel e con un’offerta delle proprie soluzioni.

Airgile è la proposta centrale al momento e mira a essere una sorta di pannello di controllo per l’azienda, in cui è possibile consultare i progetti in corso, vedere cosa viene fatto, cosa resta da fare e chi ha la responsabilità di gestire un determinato compito. È disponibile in portoghese e inglese e perché è un’offerta nube è accessibile da qualsiasi punto con una connessione internet.

Cristina A. Ferreira