Tesla potrebbe arrivare sul mercato dei pannelli solari con la tecnologia SolarCity

Tesla potrebbe arrivare sul mercato dei pannelli solari con la tecnologia SolarCity

Tesla Motors potrebbe essere sul punto di acquisire SolarCity. Il marchio di batterie e veicoli elettrici ha inviato una proposta per l’acquisizione di 2,8 miliardi di dollari da parte della società di pannelli solari, una proposta ora soggetta all’approvazione degli azionisti.

Con ciò, Elon Musk intende unire le due società e dare così origine a un superpotere nell’area delle energie “pulite”. “È qualcosa di cui abbiamo discusso e pensato per molti anni, ma il momento sembra essere giusto in questo momento”, ha detto l’uomo d’affari alla stampa.

Prima di essere concluso, l’accordo dovrà ancora essere votato in occasione di un’assemblea degli azionisti presso SolarCity, in cui Musk ha già detto che rifiuta di partecipare, dato il suo interesse personale per l’accordo.

La consacrazione dell’attività comporterà l’assorbimento di SolarCity da parte di Tesla, che, tra batterie, automobili e pannelli solari, diventerà il marchio dietro tutti i prodotti dell’azienda in questione.

Nonostante l’espansione, questa fusione potrebbe comportare un ritardo nella redditività dell’azienda, che prevede di diventare redditizia solo nel 2020 e prevede di costruire una fabbrica di batterie da 5 miliardi di euro nei prossimi anni.

SolarCity è stata creata dai cugini giusti di Musk e, nell’ultimo anno, il suo valore di borsa è diminuito di oltre il 60%, con una perdita di quasi $ 250 milioni. Questa svalutazione potrebbe facilitare l’acquisizione dell’azienda, che avrà sicuramente un ruolo chiave nello sviluppo delle nuove batterie di Tesla, costruite con la capacità di immagazzinare e distribuire l’elettricità generata dall’energia solare.