Usare la realtà virtuale per effettuare pagamenti è un'idea che piace ai consumatori

Usare la realtà virtuale per effettuare pagamenti è un’idea che piace ai consumatori

Nell’analisi delle conversazioni tenute sui social network, lo studio ha concluso che il 92% degli utenti accoglie con favore la possibilità di pagare con un semplice cenno del capo, utilizzando la realtà virtuale.

Una percentuale molto significativa dei 3,5 milioni di conversazioni analizzate su piattaforme come Twitter, Facebook, Instagram e Weibo ha anche mostrato che l’argomento dei portafogli digitali è interessante e ha acquisito sempre più importanza.

In queste conversazioni si è distinta la crescente accettazione dei portafogli digitali nei negozi, piattaforme e applicazioni di e-commerce, un argomento che ha generato più di 2 milioni di citazioni.

Dopo i portafogli digitali, l’intelligenza artificiale e gli assistenti domestici intelligenti sono stati gli argomenti relativi ai pagamenti più discussi da coloro che hanno frequentato i social network nel 2016.

L’Internet of Things era presente anche in diverse conversazioni. In Europa è stato menzionato nel 34% delle conversazioni analizzate e il dibattito sul potenziale di queste tecnologie di affermarsi poiché le soluzioni di pagamento del futuro sono state le più importanti.

Le osservazioni hanno anche permesso di concludere che il tema della biometria e soluzioni di autenticazione alternative a quelle più tradizionali è anche interessante per i consumatori, distinguendosi nel 43% delle conversazioni.

Il crescente interesse per queste nuove possibilità è una delle principali conclusioni dell’edizione 2016 dello studio Mastercard, in quanto rivelano che in un’area in cui i consumatori spesso continuano a favorire soluzioni conservative, come i pagamenti, sta emergendo l’interesse per le proposte alternative.

“Lo studio di quest’anno rivela cambiamenti nel livello di interesse in relazione ai nuovi modi di acquistare ed effettuare pagamenti, che qualche anno fa sarebbe sembrato inverosimile”, ha affermato Marcy Cohen, vice presidente delle comunicazioni digitali di Mastercard.

Lo studio commissionato da Mastercerd è stato condotto da PRIME Research e Synthesio.