Voli e hotel sono le aree in cui i portoghesi acquistano di più online

Voli e hotel sono le aree in cui i portoghesi acquistano di più online

Sapevi che in media una famiglia portoghese spende € 600 all’anno per acquisti su Internet? E sapevi che questa cifra colloca il Portogallo in fondo a un elenco di paesi europei, in cui il Regno Unito domina con una spesa media di tremila euro?

Questi dati sono stati presentati da SIBS, sulla base di un sondaggio condotto dalla società e di altri studi di mercato relativi al commercio online.

È anche noto che lo shopping nelle aree del trasporto aereo e degli hotel è quello in cui i portoghesi scommettono maggiormente online, una tendenza trasversale a quasi tutti i paesi europei.

Nella seconda posizione delle categorie in cui i portoghesi acquistano di più su Internet sono vestiti e scarpe, seguiti da CD / DVD / giochi / libri, al quarto posto troviamo gli accessori per la casa, mentre al quinto posto c’è la categoria di cibo e bevanda.

Per quanto riguarda le categorie in cui i portoghesi acquistano di più online, ma all’interno dei commercianti portoghesi, lo scenario è diverso. L’area che porta più denaro agli utenti di Internet sono i giochi, le applicazioni mobili e i servizi musicali, seguiti da cibo e bevande, con le categorie di abbigliamento e scarpe che compaiono solo in seguito.

In un altro parametro, SIBS ha deciso di analizzare i paesi in cui i portoghesi acquistano di più online e la conclusione principale è che una buona parte del commercio elettronico viene effettuata a casa. Il Portogallo è al primo posto con il 24%, seguito dal Regno Unito con il 23%, la Spagna e l’Irlanda con il 9% e gli Stati Uniti sono al sesto posto. Degno di nota anche il Lussemburgo, che con la settima posizione, è responsabile del 5% degli acquisti online effettuati dai portoghesi.

Ma una delle grandi tendenze dell’e-commerce è il mobile, il fatto che le persone sono connesse a Internet il più delle volte attive. Degli acquisti online totali effettuati dai portoghesi, l’8% viene effettuato su un dispositivo mobile. Questo è uno scenario in cui il Portogallo non è neanche male alla fotografia, facendo sentire la sua presenza al centro del tavolo europeo. Nei “vicini” spagnoli, il valore è più positivo e si attesta al 15%.

SIBS è anche giunto alla conclusione che sia gli smartphone che gli altri canali di accesso a Internet sono molto importanti nel processo decisionale di acquisto, quindi anche se non è fatto online, finisce per avere “influenza” dalla grande rete: attraverso l’analisi della ricerca o le opinioni degli amici sui social media.

Per quanto riguarda il metodo di pagamento, il 53% degli acquisti online effettuati dal portoghese sono pagati con carta, il 10% ancora con contanti o assegni, il 10% viene effettuato con buoni prepagati, l’8% con bonifico bancario e un altro 7% con pagamento di servizi tramite bancomat.

Infine, è dimostrato che la semplicità è un fattore cruciale nel settore dei pagamenti online. Alla domanda su cosa hanno valutato di più in un metodo di pagamento, i portoghesi hanno indicato prima la convenienza, la seconda la sicurezza e la terza la convenienza.

Ma a livello europeo, la questione della sicurezza appare solo al terzo posto, dando qualche motivo agli esperti che ieri, 22 ottobre, hanno affermato che le persone che non acquistano online per motivi di sicurezza lo stanno facendo in modo infondato.

Rui da Rocha Ferreira

Scritto in base al nuovo accordo ortografico