javascript contador Skip to content

Windows Phone 7 non verrà utilizzato sui tablet

50.000 applicazioni sono già entrate nel Marketplace di Windows Phone

La strategia di Microsoft non è quella di mettere Windows Phone 7 sui tablet, anche perché sono più simili ai PC che ai telefoni, ha ricordato Andrew Lees, responsabile della divisione mobile dell’azienda alla conferenza dei partner tenutasi a Los Angeles. A settembre la società rilascerà maggiori dettagli sulle sue opzioni in quest’area, alla Build Conference, dove verranno fatte nuove rivelazioni su Windows 8.

“Vogliamo che le persone siano in grado di fare tutto ciò che si aspettano da un PC su un tablet”, ha spiegato Andrew Lees, citato dalla stampa internazionale. Anche così, il dirigente ha negato che i tablet possano sostituire i personal computer, spiegando che sono complementari e che Windows è sempre stato presente in diversi formati di apparecchiature.

“Con Windows 8 saremo in grado di portare questa strategia a nuovi livelli, inclusi i tablet”, ha promesso. L’idea non è nuova ed era già stata spiegata da Microsoft, che non utilizzerà la strategia adottata da Apple e Google, che utilizzano lo stesso sistema operativo su telefoni cellulari e tablet.

Windows 8 è stato uno dei protagonisti di questa conferenza dei partner Microsoft, in cui il presidente della divisione Windows ha dato una dimostrazione di alcune immagini dell’interfaccia con una schermata di apertura radicalmente diversa e più personalizzabile.

La nuova interfaccia supporta gesti e nuovi concetti come un “paniere” di file che possono essere condivisi tra applicazioni e servizi.

A questa conferenza, Microsoft ha anche presentato i nuovi telefoni Windows Phone 7, inclusi i modelli Samsung, Acer, Fujitsu e ZTE.

Nota del redattore: è stato corretto un refuso.