YouTube cambierà le svolte per coloro che cercano contenuti estremisti per combattere il terrorismo

I giganti tecnologici possono essere rivali, ma sanno anche quando unirsi e, nel caso del terrorismo e dell’estremismo, Facebook, Microsoft, YouTube e Twitter, erano già uniti in questa battaglia. Nel frattempo, Google e YouTube avevano avanzato l’intenzione di implementare nuove funzionalità contro i contenuti che incitano alla violenza e all’odio e, questa settimana, YouTube ha fatto un altro passo in questo senso.

Utilizzando il cosiddetto metodo di reindirizzamento, l’obiettivo è che quando qualcuno decide di cercare video che fungano da reclutamento estremista, che incitano alla violenza e all’odio o che sono correlati ad atti terroristici, vengono reindirizzati a playlist che mirano a confortare le persone che stanno cercando questo contenuto e che sono contrari ai messaggi che vengono trasmessi nei video di reclutamento.

Questo metodo di contro-messaggio è stato sviluppato da Jigsaw, una consociata di Alphabet, in collaborazione con Moonshot CVE. In un test pilota, le due società hanno confermato che le ricerche hanno portato a 320.000 visualizzazioni individuali di “oltre mezzo milione di minuti dei 116 video selezionati per confutare i problemi di reclutamento dell’ISIS”.

Questo metodo attualmente funziona solo in lingua inglese ma la piattaforma ha in programma di estenderlo alle altre lingue. YouTube sta inoltre collaborando con organizzazioni non governative per creare video ancora più positivi in ​​grado di raggiungere potenziali reclutatori al fine di aumentare la consapevolezza.