javascript contador Skip to content

Zapp mette fine all’offerta della banda larga mobile

Zapp mette fine all'offerta della banda larga mobile

L’offerta di banda larga mobile di Zapp termina alla fine di settembre, annuncia l’operatore responsabile del servizio, in una comunicazione ai clienti pubblicata sul sito Web dell’azienda.

Mobizapp rimane comunque interessato ad andare all’asta per allocare le frequenze di quarta generazione, spiega nella stessa nota.

L’operatore di telecomunicazioni, precedentemente noto come Radiomóvel, afferma che non è possibile “competere in modo sostenibile” secondo le attuali condizioni della licenza in suo possesso (CDMA 450), quindi lo restituirà ad Anacom.

“Per poter offrire un servizio più competitivo, sentiamo la necessità di restituire la nostra attuale licenza ad ANACOM e di proporre che una nuova licenza, con maggiore larghezza di banda e con condizioni più flessibili, sia resa disponibile sul mercato”, spiega l’azienda.

Va ricordato che a giugno la società aveva criticato, nelle dichiarazioni a Jornal de Negócios, la mancanza di concorrenza nel mercato mobile, lasciando alcune domande: “vuoi più concorrenza nel mercato mobile o no? Vuoi concentrare il potere di mercato in poche entità o vuoi cogliere quest’ultima opportunità per cambiare la struttura del mercato? “.

Le questioni sollevate da Mobizapp sono state aggiunte alle critiche espresse da altri operatori in merito al regolamento Anacom per l’asta di allocazione delle frequenze mobili di quarta generazione, sebbene per ragioni diverse.

La società ora richiama di nuovo la stessa mancanza di condizioni per competere in questo mercato lungo le linee attuali e annuncia che restituirà la sua licenza, cessando di fornire servizi di Internet mobile dal 30 settembre.

Scritto ai sensi dell’Accordo ortografico